Esportazione relazione Geocat

Ciao Gianni
ho eseguito una riconfinazione con Geocat e al momento dell’esportazione del report della riconfinazione, viene esportata, ma aprendola con Libroffice mi fa vedere solo due pagine iniziali, ho provato anche con dei convertitori di file su Internet, ma il risultato è lo stesso, stessa cosa se faccio con l’esportazione in word, come posso fare? grazie Carmine Vella

Ciao Carmine,
sì, il file XML della relazione che crea Geocat è in formato Word e purtroppo LibreOffice non lo supporta correttamente. È una questione che a suo tempo abbiamo dibattuto molto sull’ex forum di www.riconfinazioni.it con gli utenti che utilizzano LibreOffice o OpenOffice e so che poi loro hanno risolto il problema, solo che non so dirti come perché io non uso quei software.
Ti farò rispondere qui dal geom. Roberto Rena che è tra quelli utenti.

Grazie Gianni, dai pure i miei dati al collega Rena.

Ciao Carmine, io ho risolto il problema con questo convertitore on line:

https://convertio.co/it/document-converter/

Grazie Roberto, ci ho provato e me lo converte, solo che dopo va rivisto tutto il file per sistemarlo perchè specialmente le tabelle sono tutte sballate.
Comunque grazie
Carmine Vella

Ciao Carmine si le tabelle vanno rimesse a posto come larghezza però fino ad ora è l’unico convertitore che tra i tanti che ho provato funziona meno peggio…

Ciao Carmine,
come spiegavo a Roberto ancora nel vecchio forum di www.riconfinazioni.it, era mia intenzione sviluppare l’export specifico per LibreOffice o OpenOffice in modo da evitare queste problematiche, ma non mi è stato possibile perché questi software non dispongono di una documentazione tecnica per realizzare il loro formato file, come invece esiste per Word ed Excel.
Sempre quando ne parlammo sull’altro forum, dicevo anche che, se l’ostacolo fosse il costo della licenza Microsoft, io ho sperimentato che non è assolutamente così. Infatti, la licenza di tutti i software Office costa poco più di 100 euro/anno ed include:

  • tutti i software Office, cioè Word, Excel, Outlook, PowerPoint, Skype, ecc.;
  • ben 5 postazioni, quindi si può lavorare in 5 persone;
  • i software sono costantemente aggiornati in automatico via internet.

Credo quindi che suddividendo la spesa tra 5 colleghi il costo diventi irrisorio.

Attenzione: non prendetemi per un fan di Microsoft, azienda che invece, come molti, non apprezzo per niente. Tuttavia devo dire che i software Office sono comunque di gran lunga molto migliori dei loro concorrenti ed il prezzo, come detto, è più che accettabile.

Riporto in auge questo argomento perché ho ricevuto altre richieste su questo tema.