Geocat 6 - CAD integrato e nuovo applicativo grafico di topografia

Scusa Luigi, ma non riesco ancora a capire quello che intendi. Tutte le informazioni che hai citato escono già nel fumetto quando ti soffermi con il mouse sopra il simbolo o il nome di un punto, inclusa la quota:

Quindi non mi è chiaro quello che scrivi. È forse che a te non esce il fumetto?

Senza un qualche ordinamento dei punti da connettere diventa un macello, credimi. Guarda ad esempio cosa potrebbe succedere con soli 6 punti se vengono uniti a casaccio:

Bisognerebbe quanto meno che i punti da unire fossero inseriti in ordine sequenziale già sul rilievo in modo che da CAD vengano uniti con quell’ordine.
Fammi eventualmente sapere.


Ecco le impostazioni Cad di cui accennato


ed ecco il risultato grezzo si, ma utile

Luigi,
è inutile che mi posti le schermate di altri software con centinaia di opzioni, pensi che io mi metta a guardarle una ad una per interpretare cosa significano?

Se ritieni di suggerirmi delle migliorie, me le devi descrivere in maniera chiara e concreta.

Se ti trovi bene con altri software, continua pure con quelli.

Mi spiace se ti ho irritato, il tono appare quello.
immagine
questa è l’opzione che intendo. Desidero utilizzare Geocat dora in poi, perchè lo sviluppatiore di Geocat mi ascolta (tu). Come immagino tu sappia, affrontare l’uso di un nuovo programma comporta sempre difficoltà e perplessità

Non sono irritato, è che non puoi pensare di postare finestre con tremila opzioni e pretendere che sia io a cercarmi quella che intedi tu.

Vedi, come ti dicevo, nell’immagine che hai postato qui sopra viene previsto un criterio di ordinamento su come unire i punti. Era questo che ti chiedevo.

Ora, il criterio “Solo consecutivi” lo capisco bene, infatti era quello che ti avevo già suggerito io, nel senso che unisco tutti i punti nell’ordine del loro nome numerico: 101, 102, 103 …

Il criterio “Anche saltati” invece mi è ancora un po’ nebuloso, cosa significa: che unisco i punti nell’ordine in cui li trovo nel rilievo anche se non sono numericamente consecutivi?

Luigi, come ti dicevo, io sono molto disponibile a migliorare il programma (è tutto nel mio interesse), ma per farlo devo avere delle indicazioni precise, altrimenti rischio di lavorare ore e ore per poi trovarmi che chi mi ha fatto la richiesta mi dice: No, ma io non intendevo così, intendevo colà. Sai quante volte mi è capitato? Ma adesso non ci casco più.

Bene, ci siamo.
Sono piccolissime, ma proprio piccole implementazioni che fanno un grande software.
Gianni, ti allego tre suggerimenti (immagini) che forse spiegano meglio ciò che voglio dire.

Cosa ne pensi

Ciao Gionata e grazie come sempre per i preziosi suggerimenti.

Per i punti di cui alla seconda e terza immagine che hai postato, ok, vedrò di svilupparli nel prossimo aggiornamento.

Per quanto riguarda invece la prima immagine, non mi è chiaro se intendi dire semplicemente che il fumetto delle info sul punto riporti la quota, oppure se parli di tracciamento di linee. Se intendi la quota, questa esce già nel fumetto, l’unica avvertenza che devi avere è che, quando lanci il disegno da Geocat, devi selezionare l’opzione Quote | Effettiva dei punti nella finestra dei parametri di creazione del DXF (a destra nell’immagine che segue). Così facendo, il DXF è 3D e il fumetto sul punto riporta anche la quota:

Se invece intendi qualcos’altro, fammelo sapere.

Ciao Gianni.
Dopo aver scaricato l’aggiornamento vers. 6.006 ( upgrade) ed avviato lo stesso, il programma rimane alla versione 6.005 e mi segnala all’apertura come se ci fosse un nuovo aggiornamento. Si resta in attesa di riscontro. Buona notte-

Evidentemento non sono stato chiaro. Provo ad esprimermi per iscritto.
Quando si inserisce un nuovo punto il “dialogo” mostra la possibilità di scelta della quota. Se possibile implementare anche lo “spunta” per la quota nel piano (3 punti di quota) dove le coordinate (la posizione x,y) potrebbe essere ad esempio una sagoma di fabbricato (come in figura), mentre per la quota andrebbero selezionati i tre punti che circondano il vertice del fabbricato.

Ciao. Ho lo stesso problema
Grazie

Ciao Gianni.
Con la nuova versione di geocat se provo ad aprire con il cad interno un file dwg dalla stessa cartella del lavoro che sto usando e creato con cad esterno ( gestarcad) con la versione precedente di geocat mi da l’ errore che ti allego e mi chiude il cad.
Grazie

Ciao a tutti,
ho sistemato il download dell’aggiornamento n. 6, quindi riscaricatelo.

Sergio,
mandami via mail il DWG che provoca quell’errore nel CAD interno, così verifico la causa e vedo di risolvere.

Ciao Gionata,

Ok, ho capito il concetto, ma dovresti descrivermi i passaggi passo-passo. Ad esempio, con riferimento alla figura che hai postato, una volta spuntata l’opzione 3p nel piano, cosa dovrei cliccare?

  • prima i 3 vertici del fabbricato e poi i punti esterni, oppure …
  • ciascun vertice del fabbricato e il punto esterno a lui vicino?
  • inoltre, dovrei assegnare a ciascun vertice del fabbricato la quota del punto esterno a lui più vicino, oppure …
  • assegnare a tutti i vertici del fabbricato la quota media di tutti i punti esterni?

Fammi sapere, grazie.

Allora:

  1. Si clicca nell’area grafica un ipotetico punto che può essere insito tra tre punti di rilievo che hanno già la quota. Quindi il nuovo punto avrà le coordinate x,y (ancora senza quota)
  2. Poi si spunta l’opzione 3p sul piano.
  3. Si vanno a cliccare i 3 punti di quota in cui si trova all’interno (del triangolo inclinato) il nuovo punto x,y
  4. eseguito il calcolo della quota per quel punto, verra attribuita (la quota) al nuovo punto, così da completare la terna x,y,q
  5. se non è chiaro, rimane la telefonata, che è sempre gradita a prescindere.

Ok, adesso è chiaro, Gionata, ti chiedo solo per scrupolo un’ultima precisazione:

Considerando la figura che segue, tu intendi che la quota del punto cliccato venga calcolata considerando il piano (inclinato) definitto dai tre vertici del triangolo (punti 38, 1010, 41), giusto?

Ciao Sergio,
ho analizzato il DWG, il problema è proprio dovuto al fatto che si tratta di un file generato dalla versione precedente di Geocat, la quale non inseriva nel DXF tutte le nuove informazioni della versione 6 che permettono l’operatività attuale (quella che avrai visto al mio seminario del 9 giugno) molto più ampia e performante dell’applicativo CAD precedente.
In ogni caso, pubblicherò a breve un agiornamento che evita il crash del CAD interno e quindi i vecchi disegni potrai aprirli. Tieni però presente che su quei vecchi disegni non potrai usare tutti i comandi del nuovo CAD perché questi necessitano delle informazioni che solo Geocat 6 scrive nel DXF. Quindi se vuoi integrare dal CAD di Geocat dei vecchi rilievi, devi riaprirli su Geocat 6 e fargli generare xe-novo il DXF.

Perfetto! E’ proprio così.

Ok grazie mille.
Ho un’ altra domanda: con il cad integrato se voglio spostare un testo perchè in stampa si sovrappone ad un altro non lo posso fare perchè il punto è un blocco che comprende nome-codice e quota e non si può esplodere. E’ possibile fare una modifica che si possa fare lo spostamento del singolo testo anche solo per un punto ? grazie

Ciao Sergio,
ci mancherebbe solo che non si potesse spostare il testo del nome o che non si potesse esplodere il blocco nome-simbolo. :wink:

Puoi fare entrambe le cose e in maniera molto semplice con le azioni (e immagine) che seguono

  1. Per spostare il nome basta che attivi il comando Sposta nome della toolbar di Geocat, poi selezioni il testo del nome che vuoi spostare e lo sposti dove vuoi. Questo comando mantiene il blocco nome-simbolo del punto per gli scopi che descrivo più avanti.

  2. Per esplodere il blocco e separare quindi il nome dal simbolo, seleziona il blocco, fai clic destro e attiva l’opzione Raggruppa | Separa del menù contestuale.

Nel nuovo CAD di Geocat i nomi e i simboli dei punti sono uniti in un blocco perché questo permette una serie di utilità che altrimenti non potrebbero esserci. Ad esempio:

  • se vuoi spostare un punto (e vedertelo re-importato nella nuova posizione nel rilievo di Geocat), puoi selezionare il punto dal nome (oltre che dal simbolo) e questo ti facilita il compito perché sei sicuro che stai spostando il punto desiderato;

  • quando vuoi vedere le informazioni del punto con il fumetto (stazione madre, quota, descrizione, ecc.), puoi indifferentemente andare con il mouse sia sopra il simbolo che sopra il nome (in quest’ultimo caso sei sempre più sicuro di essere sul punto desiderato);

  • quando vuoi iperdeterminare un punto da un’altra stazione, puoi selezionarlo dal nome anziché dal simbolo, sempre per avere la certezza che stai selezionando il punto corretto.

Ovviamente se separi il blocco, perdi tutte queste utilità.